“BUONI SCUOLA, NO GRAZIE” ARCI MILANO FIRMA LA PETIZIONE

volantino-BUONI-SCUOLA-prcCOMUNICATO STAMPA

“Buoni scuola, no grazie”, Arci Milano firma la petizione, il PRC rilancia la campagna per la scuola pubblica

La mobilitazione per difendere la scuola pubblica avanza anche in Lombardia.

La petizione “Buoni scuola, no grazie”, promossa dall’associazione “Non uno di meno” e subito sostenuta da Rifondazione Comunista, ha ricevuto anche l’adesione di Arci Milano, dopo quelle di FLC CGIL Milano e FIOM Milano. Intanto, le firme raccolte (su moduli cartacei o online) sono già più di 6.000.

“I buoni scuola di Formigoni e Maroni rappresentano da oltre 10 anni un gravoso finanziamento indiretto alla scuola privata, a scapito di quella pubblica, lasciata a corto di risorse anche per i bisogni più elementari. – dichiara il Segretario provinciale di Rifondazione Comunista, Matteo Prencipe – Una politica che va contro l’art. 33 della Costituzione e che, a Bologna, è stata sconfitta nel referendum consultivo del 26 maggio.

Il PRC auspica che si arrivi presto a un referendum nazionale per abolire i privilegi degli istituti privati e rilanciare la scuola pubblica, gratuita, laica e di tutti”.

LEGGI IL COMUNICATO DI ARCI MILANO

firma la petizione on-line

scarica il modulo cartaceo

ulteriori approfondimenti sulla campagna