Contro il jobs act e l’arroganza dei padroni!

giovani comunistiPer i Giovani Comunisti/e di Milano il lavoro è il tema prioritario su cui occorre agire, essendo ancora oggi la contraddizione centrale del sistema capitalista. Nel mondo in cui viviamo disoccupazione, crisi finanziaria, delocalizzazioni e aumento della povertà sono fenomeni strutturali, anche se le classi dominanti tentano di caratterizzarli come puri accidenti. Il senso di questa iniziativa sta quindi nel ricordare la centralità del conflitto Capitale-Lavoro in termini di lotta di classe, ma anche nel ritornare a svolgere un ruolo di connessione delle lotte e di interazione con esse proponendo soluzioni politiche radicali che rimettano al centro il tema del “Lavorare meno lavorare tutti” e della necessità di porre sotto il controllo pubblico e politico gli enti produttivi principali del Paese, al fine di sfruttarne le produzioni per il benessere sociale collettivo. L’obiettivo, ambizioso, è insomma quello di riscoprire il nesso tra miglioramento delle condizioni dei lavoratori e avanzata progressiva verso il socialismo.

Su queste basi, presso il circolo PRC Luca Rossi (Scintilla), sito in Via Faccio 18, Milano (Affori M3) in data sabato 20 febbraio alle ore 17 terremo un incontro di sostegno alle campagne Scioperiamo Marcegaglia e Scioperiamo General Electric. Assemblea pubblica con i 7 operai della Marcegaglia che l’estate scorsa hanno occupato la fabbrica per rivendicare vittoriosamente la loro dignità e il loro futuro, e con i lavoratori della Alstom di Sesto San Giovanni a rischio di chiusura dopo l’acquisizione da parte di General Electric.
A seguire cena d’autofinanziamento creare una cassa di resistenza a disposizione degli operai e delle loro lotte.