Costruiamo ponti, non muri. Per un’Europa della solidarietà

L’Europa che vogliamo non lascia annegare i profughi in mare, non paga paesi oltre il Mediterraneo per imprigionarli in campi che il diritto internazionale proibisce, non mette le politiche della migrazione in mano a un’agenzia oscura come Frontex, che non risponde al Parlamento Europeo.

Vogliamo un’Europa capace di costruire ponti, di accogliere chi viene da altri paesi come una risorsa e un’occasione di crescita. Un’Europa dove la solidarietà tra Stati sappia istituire corridoi umanitari e permessi di lavoro. Un’Europa che non faccia la guerra alle Ong che salvano i naufraghi e ai cittadini solidali. Un’Europa che non abbia il volto sfigurato dall’indifferenza.

Con:
Riccardo Gatti, capo missione della ong spagnola Proactiva Open Arms
Stefano Galieni, Giornalista di Left
Elizabeth Arquinigo Pardo, autrice del libro “Lettera agli italiani come me”
Franco D’Aniello, flautista dei Modena City Ramblers
Daniela Padoan, candidata al Parlamento Europeo con la lista La Sinistra

in skype
Moni Ovadia, attore e regista

conduce
Anna Camposampiero