EMERGENZA SFRATTI.

PREFETTURAEMERGENZA SFRATTI: LA FEDERAZIONE DI MILANO E CIRCOLO “SAVERIO NIGRETTI” DI SESTO SAN GIOVANNI CHIEDONO AL PREFETTO LA GRADUAZIONE SUL TERRITORIO DI SESTO
Spett.le
PREFETTURA DI MILANO
UFFICIO TERRITORIALE DEL GOVERNO DI MILANO
ILL.MO PREFETTO
Corso Monforte, 31
20122 MILANO
Milano, 23 giugno 2021
OGGETTO: RICHIESTA DI ATTUAZIONE DELLO STRUMENTO DELLA GRADUAZIONE DELL’ESECUZIONE DEGLI SFRATTI NEL COMUNE DI SESTO SAN GIOVANNI
La Federazione provinciale del Partito della Rifondazione Comunista e il Circolo “Saverio Nigretti” di Sesto San Giovanni con la presente intendono avanzare la richiesta di
disporre la SOSPENSIONE DELL’ASSISTENZA DELLA FORZA PUBBLICA PER L’ESECUZIONE DEGLI SFRATTI NEL COMUNE DI SESTO SAN GIOVANNI per il tempo necessario ALL’ISTITUZIONE DI UNA COMMISSIONE PER LA GRADUAZIONE.
Si ritiene la suddetta una soluzione doverosa, nonché utile a gestire al meglio un’emergenza sociale, com’è quella abitativa, che nel Comune di Sesto San Giovanni sta assumendo dimensioni allarmanti.
La specificità e l’anomalia della situazione sestese è data dal fatto che all’esecuzione degli sfratti nel settore privato si somma l’esecuzione di sfratti azionati direttamente o indirettamente dall’Amministrazione Comunale, un’operazione che coinvolge circa 70 famiglie.
Di queste:
1) per una quarantina di famiglie in sublocazione tutelate dalla precedente Amministrazione, l’attuale Amministrazione, dopo essere stata condannata dal Presidente del Tar Lombardia che ha dichiarato con sentenza l’illegittimità dei provvedimenti amministrativi di rilascio, ha fatto scadere i contratti di sublocazione o ha chiesto ai proprietari la risoluzione anticipata e ha chiesto e ottenuto dal Tribunale di Monza la convalida di sfratto per finita locazione delle famiglie per le quali non opera la proroga dell’esecuzione degli sfratti fino a giugno;
2) per altre 7 – 10 famiglie l’Amministrazione Comunale sembra non aver corrisposto il dovuto al proprietario del Residence Puccini ove sono state e sono a tutt’oggi collocate dalla precedente Amministrazione; a cagione della morosità dell’Amministrazione il Tribunale di Monza ha sfrattato il Comune di Sesto San Giovanni per una morosità di oltre Euro 100.000,00, con la diretta ricaduta sulle famiglie ivi collocate che patiranno di conseguenza nei prossimi mesi l’esecuzione di sfratto.
Il Partito della Rifondazione Comunista
CHIEDE
all’Ill.mo Prefetto di Milano di fissare una data per l’apertura di un “tavolo” sull’emergenza abitativa a Sesto San Giovanni con l’Amministrazione Comunale, i Sindacati e il Commissariato di Sesto San Giovanni, al fine di disporre la graduazione dell’esecuzione degli sfratti nel Comune di Sesto San Giovanni.
Cordiali saluti
Matteo Prencipe​
Segretario Provinciale
Giacomo Feltrin
Segretario Sesto San Giovanni