FIRMIAMO CONTRO L’AUMENTO DEL COSTO ATM

volantino_a5Il COMITATO ATM PUBBLICA ha lanciato una petizione contro l’aumento del costo del biglietto ATM previsto per la primavera del 2019. Un aumento ingiustificato e frutto delle sbagliate scelte (project financing), su MM4 e MM5, che oggi determinano gravi costi aggiuntivi alle finanze del Comune di Milano. Il Gruppo Consigliare di Milano in Comune si è opposto presentando una sua articolata mozione in Consiglio Comunale, sostenuta dalle forze politiche cittadine della sinistra (Rifondazione Comunista, PCI, Possibile, Liberi e Uguali). La battaglia contro questo aumento ingiustificato continua e Milano in Comune e le forze politiche della sinistra, sono impegnate nella raccolta di firme promossa dal Comitato ATM Pubblica.

scarica volantinoa4

LA PETIZIONE: FIRMA (CLICCA QUI)

“La Giunta di Milano sta per deliberare un aumento del costo del trasporto pubblico. Una scelta che ha un solo obiettivo: coprire le maggiori spese provocate dal coinvolgimento di soggetti privati nella costruzione e gestione delle due nuove linee di metropolitana M4 e M5.

Sono scelte che non condividiamo, che porteranno a un aumento dell’uso delle auto private e dell’inquinamento, con gravi conseguenze sulla salute dei cittadini e delle cittadine di Milano.

Chiediamo quindi al Consiglio Comunale di Milano di bloccare l’aumento del costo dei biglietti e degli abbonamenti e di avviare un percorso di ripubblicizzazione del servizio di trasporto pubblico, in modo che i cittadini e le cittadine milanesi non siano più costretti a pagare di tasca loro i profitti di aziende private.

Su ATM decide Milano!”

LA MOZIONE CONSIGLIARE DI MILANO IN COMUNE

Ordine del giorno

Il Consiglio Comunale di Milano, ascoltata la relazione dell’Assessore Granelli, sulla base della priorità assoluta da garantire all’utilizzo del trasporto pubblico a tutela della salute dei cittadini e della vivibilità della nostra città non ritiene siano accettabili aumenti per le tariffe ATM.

La mobilità è un diritto che deve essere garantito a tutti senza pregiudizio per un altro diritto fondamentale quale è la salute e la qualità della vita.

Non possono prevalere considerazioni economiche o logiche di bilancio.

Al di là del rispetto della normativa nazionale circa la copertura con gli introiti da tariffe, di una percentuale fissata del costo del servizio erogato (cosa ampiamente assicurata dal Comune di Milano e non da tantissimi altri!) nulla di più riteniamo debba essere richiesto ai milanesi.

Il Consiglio Comunale

 considera positiva l’introduzione di un reale sistema integrato su scala metropolitana e plaude al raggiungimento di questo obiettivo.

Ciò non può tuttavia giustificare aumenti dei biglietti.

Né può essere subito (scaricandone il costo sui cittadini utenti) un taglio di risorse da parte del Governo centrale mediato dalla Regione Lombardia, proprio nel momento in cui si parla ad ogni livello di misure a “sostegno ai cittadini”.

E non si può scaricare sugli utenti il costo di modalità sbagliate del passato (lontano ma anche  prossimo) su investimenti in nuove strutture (M5 e M4) che devono essere rivisitate attraverso una rinegoziazione con i costruttori privati e le banche finanziatrici perché le spese in conto capitale non si riversino in modo non assorbibile sulla spesa in conto corrente del nostro bilancio.

Sulla base di queste considerazioni,

Il Consiglio Comunale invita il Sindaco e la Giunta a

  • Non approvare in sede di Assemblea della Agenzia della mobilità deliberazioni che comportino aumenti di tariffe ATM
  • Aprire un confronto con Regione Lombardia e Governo centrale per reperire risorse in aggiunta e non in sottrazione, da investire nel trasporto pubblico anche in considerazione della virtuosità del nostro bilancio
  • Di aprire una fase di approfondimento e di confronto con il Consiglio prima e i cittadini poi, per giungere a una proposta globale, ampiamente condivisa, che ampli ed innovi il sistema tariffario al fine di garantire, senza aumenti, un significativo incremento di utenza e dunque di maggiori entrate.

scarica ordine-del-giorno-atm