IL NO DELLA SINISTRA ALLA DELIBERA SUGLI SCALI FERROVIARI

COMUNICATO STAMPA
Rifondazione Comunista: la riqualificazione degli ex scali ferroviari un regalo alla speculazione e un danno per la città.

Sul voto in Consiglio Comunale di Milano, che ha dato via libera alla delibera che ratifica l’accordo di programma sulla riqualificazione degli scali ferroviari, Matteo Prencipe Segretario Provinciale di Rifondazione Comunista dichiara:

“Gli interessi dei pochi hanno prevalso sulla volontà dei cittadini a cui si era venduto l’illusione della “partecipazione”. Le tante osservazioni dei cittadini non sono state accolte. Il patto con l’immobiliare di FS dà il via ad una delle più grandi speculazioni immobiliari in Europa, con grandi concessioni nelle volumetrie all’operatore e nel solco dell’edilizia contrattata, dove l’unica certezza è il ricavo per loro e l’incertezza e variabilità per l’amministrazione e la collettività. Un voto in Consiglio che unisce trasversalmente destra e centro sinistra in nome degli affari e che ha visto il voto contrario e argomentato del consigliere Basilio Rizzo per la sinistra di Milano in Comune di cui noi facciamo parte. L’amministrazione Sala ora si mostra molto chiara in difesa degli interessi consociativi della città, tenendo ben saldo il loro portafoglio e per il resto parole al vento sulle periferie e case popolari su cui ancora non si vedono risultati.” 


Milano 14 luglio 2017