IL PRC DI MILANO SOLIDALI CON GLI STUDENTI DEL CONTI E VITTORIO VENETO

manifestiCOMUNICATO STAMPA
È stato già ridipinto dalle studentesse e dagli studenti degli istituti “Ettore Conti” e “Vittorio Veneto” il murale deturpato tra il 27 e il 28 aprile dai manifesti neofascisti dedicati alla commemorazione per Sergio Ramelli. Un gesto prepotente compiuto a poche ore dal termine dell’opera realizzata nell’ambito di un progetto di riqualificazione chiamato Talking walls. L’episodio è stato denunciato dal collettivo Roberto Franceschi Vittorio Veneto.
La Federazione di Milano del PRC-SE esprime la propria vicinanza ai ragazzi e alle ragazze delle due scuole prese di mira dai gruppi neofascisti che proprio in questi giorni hanno dato l’ennesima prova di arroganza sfilando in piazzale Loreto la sera del 29 aprile dopo la commemorazione di Sergio Ramelli. Ci chiediamo come possa essere continuamente tollerato che tali gruppi possano muoversi liberamente e a centinaia senza destare alcuna reazione da parte di chi dovrebbe applicare le leggi in materia di ricostituzione del partito fascista e istigazione all’odio razziale.

La Segreteria Provinciale PRC – Milano
2 maggio 2018

_____________________________________________________________________________________

FASCISTI……. STUPIDI E PERICOLOSI

Anche questa volta i fascisti del terzo millennio hanno dimostrato di avere la testa nel 1919, non bruciano libri ma danneggiano il lavoro collettivo delle/degli studentesse/studenti delle scuole del ns. quartiere.

Il murale, che riqualifica e arricchisce i muri del complesso scolastico del V.V. ed E.C. (p.za Zavattari/l.go Gavirate),  di grande impatto visivo è un progetto collettivo pensato dagli studenti/esse delle due scuole e legato ad importanti  avvenimenti e protagonisti del mondo della ricerca scientifica.

Il dipinto murale è stato danneggiato e ricoperto con l’affissione di una serie di manifesti per il raduno di commemorazione di alcuni loro camerati morti negli anni ’70.

Questi fascisti con le loro teste rasate, i simboli più nefasti e con marce lugubri non potranno mai trovare nuovo spazio nel nostro quartiere, nella Milano medaglia d’oro della Resistenza e nella Repubblica nata dalla Resistenza al nazifascismo.

Esprimiamo la massima solidarietà a tutte/i gli studenti e lavoratori/trici della scuola e accogliamo l’invito per un momento di confronto e mobilitazione di tutte/i gli antifascisti contro ogni forma di razzismo e xenofobia.

Partito della Rifondazione Comunista_circolo A.Gramsci (San Siro)